Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

BUS TURISTICI E RELATIVI PERCORSI


110 CITY TOUR

La via più comoda per scoprire Roma, attraverso tremila anni di arte e storia.
Da Stazione Termini, ogni giorno, partenze ogni 20 minuti dalle 8,40 alle 20,20.

Il biglietto si acquista in Piazza dei Cinquecento, davanti alla Stazione Termini, presso il box Atac (marciapiede C) oppure in vettura.
Per informazioni e prenotazioni tel. 06.4695.2252 tutti i giorni 8.30 - 20.00

Sito Web: http://www.trambusopen.com/

Nuove vetture Open Decker, dotate di tutti i comfort.
Assistenza a bordo di hostess plurilingue.
Oltre 80 punti di interesse storico e artistico inclusi nel percorso.

La formula è quella dello STOP & GO, con possibilità di scendere alle 10 fermate lungo il percorso, visitare i luoghi circostanti più importanti e suggestivi e risalire su una delle corse successive durante la giornata, alla scoperta delle altre meraviglie di Roma.
Costo : € 13,00 per persona (gratis bambini sotto i 6 anni).

Itinerario:


Stazione Termini (main stop) - Piazza della Repubblica - Via XX settembre

Via Nazionale (stop) - P.zza di S. Maria Maggiore

Colosseo (stop) - Via dei Fori Imperiali

Bocca della Verità (stop) - Via del Circo Massimo

Piazza Venezia (stop) - Via del Teatro di Marcello

Corso Vittorio Emanuele II (stop) - Pantheon - Torre Argentina

via della Conciliazione (stop) - San Pietro

Piazza Cavour (stop) - Via Ulpiano

Piazza Augusto Imperatore (stop) - Piazza del Popolo - Pincio

via del Tritone (stop) - via del Corso

Via Veneto (stop) - Porta Pinciana

Stazione Termini (stop)


ARCHEOBUS


Il parco archeologico dell'Appia in autobus.
Ogni giorno da Piazza dei Cinquecento (Stazione Termini) partenze ogni ora dalle 9.45 alle 16.45.
Nuove vetture da 15 posti e assistenza a bordo.
Il biglietto si acquista a bordo o al punto vendita presso il vicino capolinea del bus ATAC 46 e costa € 8,00.

Informazioni e prenotazioni:
tel. 06 46952252 - 06 46952343

Itinerario :

- Piazza Venezia
- Bocca della Verità
- Circo Massimo
- Terme di Caracalla
- Porta San Sebastiano
- Sede parco Appia Antica - Domine quo vadis
- Catacombe di San Callisto
- Catacombe di San Sebastiano
- Circo di Massenzio-Cecilia Metella
- Valle della Caffarella
- S. Urbano
- Ninfeo
- Casal Rotondo
- Acquedotti Romani
- Villa dei Quintili

Il giro completo dura circa 1.45 h.; la formula stop'n'go offre la possibilità di scendere ad ognuna delle fermate lungo il percorso, visitare i luoghi circostanti più importanti e suggestivi e risalire su una delle corse successive durante la giornata.

Il biglietto Archeobus non include il prezzo di ingresso ai monumenti.

Biglietto integrato 110 Open + Archeobus: € 20,00

Roma Cristiana

Itinerario lungo i luoghi cristiani e artistici più importanti della città. Linea San Pietro: Basilica di San Pietro, Castel S.Angelo, Ss.Ambrogio e Carlo al Corso, Santa Maria del Popolo, Museo e Galleria Borghese, Trinità dei Monti, Ss.Vincenzo e Anastasio-Fontana di Trevi, Santa Maria degli Angeli, Termini Bus Station, Santa Maria Maggiore, San Marcellino e Pietro, San Clemente al Celio, San Pietro in Vincoli, Ss.Cosma e Damiano, Santa Sabina all'Aventino, Santa Maria in Cosmedin, San Marco, Santa Maria ad Martyres-Pantheon, Chiesa Nuova, Basilica di San Pietro. Linea San Paolo: Basilica di San Pietro, Santa Maria in Trastevere, San Crisogono, San Cosimato, San Pietro in Montorio, Colle del Gianicolo, San Francesco a Ripa, Porta San Paolo, San Paolo fuori le Mura, Ss.Nereo e Achilleo, San Giovanni in Laterano, Santa Maria Maggiore, Stazione Termini, San Silvestro al Quirinale, San Marco, San Bartolomeo all'Isola Tiberina, Trinità dei Pellegrini, Basilica di San Pietro. Partenze da Termini a partire dalle 8.30. L'itinerario è accompagnato dall'introduzione alle basiliche da parte di un hostess a bordo. E' possibile utilizzare l'audio guida selezionabile in lingua italiana, francese, british english, american english, tedesco, polacco, portoghese, spagnolo, russo, cinese, giapponese. Il biglietto non include il costo d'ingresso, lì dove è previsto, nei luoghi situati lungo il percorso.

Rome Open Tour

L'itinerario turistico, accompagnato dalla spiegazione di un hostess a bordo, si svolge nel centro di Roma, ed effettua le seguenti fermate: Piazza Venezia, Colosseo, Circo Massimo, Isola Tiberina, Chiesa Nuova, San Pietro, Castel S.Angelo, Ponte Umberto I, Piazza Augusto Imperatore, Via Veneto, Piazza Barberini, Piazza di Santa Maria Maggiore. A Ponte Umberto è possibile accedere ai battelli turistici sul Tevere. Partenze dal piazzale della Stazione Termini ogni ora dalle 09 alle 18.45 ogni 15 minuti al prezzo di Euro 18 per 24 ore, 10 € per i bambini, 23 € per 48 ore, 12 € per i più piccoli in formula Stop & Go. E' possibile utilizzare l'audio guida selezionabile in lingua italiana, francese, giapponese, inglese, russo, spagnolo, tedesco. Il biglietto non include il costo d'ingresso, lì dove è previsto, nei luoghi situati lungo il percorso.

Per la validità di tre giorni la Roma Pass consente l’utilizzo di tutti i trasporti cittadini, l'ingresso gratuito in due musei a scelta o aree archeologiche e riduzioni in tutti gli altri siti comunali e dei Beni Culturali. Sono previsti ulteriori sconti per eventi artistici, musicali e per altre iniziative. L'elenco completo dei luoghi convenzionati è fornito con il kit della tessera acquistabile a 23 Euro. Maggiori informazioni su romapass.it

TOUR VIRTUALE

Passeggia virtualmente per le strade di Roma, clicca sul link : http://www.lecittadellemeraviglie.it
il portale di esplorazione interamente dedicato alla scoperta della Città Eterna

Siti Internet Utili

Ospedali
Ospedale Fatebenefratelli

Carabinieri
Trastevere

Polizia Di Stato
Commissariato Trastevere

Polizia Municipale
Servizio Oggetti Rinvenuti

Librerie
Libreria Bibli

Locali
Big Mama

Musei E Gallerie
Museo Di Roma In Trastevere
Galleria Studio Logos
Real Academia De España

Parchi E Giardini
Orto Botanico Di Roma

Strutture Polifunzionali
Casa Internazionale Delle Donne
Casa Della Memoria
Casa Delle Culture
Spazio Ottagoni
Accademia Americana
Centro Di Cultura Ebraica

Teatri
Teatro Agorà 80
Teatro Belli

Musei archeologici
Colosseo, Palatino e Casa di Augusto
Appia Antica, Mausoleo di Cecilia Metella
Villa dei Quintili
Villa di Massenzio
Mercati e Foro Traiano
Scavi di Ostia Antica
Terme di Caracalla
Musei Capitolini
Museo dell'Ara Pacis
Museo d'Arte Orientale
Museo Barracco
Museo della Centrale Montemartini
Museo della Civiltà Romana
Museo delle Mura di Roma
Museo Ebraico
Museo Etrusco di Villa Giulia
Museo Preistorico Etnografico
Polo Museale Nazionale Romano

Siti Informativi
ATAC - La mobilità urbana a Roma.
www.atac.roma.it
Auditorium - Parco della Musica
www.auditorium.com
Comune di Roma - Rete civica comunale.
www.comune.roma.it
Google Maps - Per sapere sempre dove sei, o dove stai andando.
maps.google.it
Pagine Bianche - Per chi cerca un numero di telefono.
www.paginebianche.it
Pagine Gialle - Per chi cerca un'attività.
www.paginegialle.it
Radio Taxi 3570 - Per avere un taxi.. Al volo!
www.3570.it
Cafè Friends
www.cafefriends.it

Siti per svago

Per rendere più agevole e divertente il vostro soggiorno a Roma ecco alcuni link utili per muovervi, mangiare e visitare meglio la città:

www.trambus.com
www.battellidiroma.it
www.ostiaantica.net
www.romecity.it
www.romeguide.it
www.ristorantidiroma.com
www.abcroma.com
www.romaround.it
www.rome.info
www.inforideeinmovimento.org

Elenco del territorio circostante

Ospedali

  • Ospedale San Gallicano
  • Ospedale Fatebenefratelli
  • Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
  • Azienda Ospedaliera San Camillo
  • Azienda Ospedaliera San Giovanni - Addolorata
  • Azienda Ospedaliera Lazzaro Spallanzani

Altro

  • Mercato Di Porta Portese

Chiese

  • Basilica Di Santa Maria In Trastevere
  • Basilica Di San Pietro
  • Basilica Di San Clemente
  • Basilica Di Santa Maria Maggiore
  • Basilica Di San Giovanni In Laterano
  • Basilica di Santa Cecilia in Trastevere
  • Chiesa di San Cosimato
  • Chiesa di Santa Maria della Luce
  • Chiesa di San Pietro in Montorio

Monumenti

  • Fontana delle Tartarughe
  • Complesso del Vittoriano
  • Pantheon
  • Colosseo
  • Castel Sant'Angelo
  • Fontana Di Trevi
  • Cappella Sistina

Palazzi

  • Palazzo Farnese
  • Palazzo Venezia
  • Palazzo Di Montecitorio
  • Palazzo del Quirinale
  • Palazzo Borghese
  • Palazzo Barberini

Vie e piazze

  • Campo De' Fiori
  • Piazza Venezia
  • Piazza Navona -
  • Via Del Corso
  • Piazza Di Spagna
  • Piazza Del Popolo

Ville e Parchi

  • Villa Celimontana
  • Pincio
  • Villa Pamphili

Musei

  • Musei Capitolini
  • Scuderie Del Quirinale
  • Palazzo Delle Esposizioni
  • Musei Vaticani
  • 2RC Edizioni D'Arte
  • Accademia Americana
  • Accademia di Spagna
  • Complesso Monumentale di San Michele
  • Galleria Nazionale d'Arte Antica in Palazzo Corsini


Ville e parchi

  • Villa Celimontana
  • Pincio
  • Villa Pamphili

Intrattenimento

  • Discoteca Goa

Scuole

  • Università degli Studi Roma Tre

Trasporti

  • Stazione Ferroviaria Di Termini

Cenni storici del quartiere di Trastevere
Trastevere è uno dei quartieri più caratteristici di Roma. Pochi rioni come Trastevere hanno mantenuto una romanità così verace ed un attaccamento alle tradizioni così sentito tutt’ora visibile. Il Rione Trastevere rappresenta il luogo ideale per una passeggiata tra vicoli, piazze che ancora oggi mantengono quel carattere autenticamente romano, casette basse con tetti di legno e intonaci romani dai colori caldi. In antichità Trastevere “Transtiber”, che significava al dì la del Tevere, ospitava artigiani, pescatori, mercanti e una comunità di stranieri legati alle attività del porto vicino. Era inoltre famoso per la sue splendide ville e giardini. Oggi rappresenta uno dei quartieri più suggestivi della città eterna; passeggiando e perdendosi tra i suoi incantevoli vicoli lo sguardo di ogni anonimo passante viene rapito dal suo splendore. Un luogo da cui partire è senza dubbio Santa Maria in Trastevere al centro del rione. La piazza ospita una bella fontana. Di fronte alla fontana si trova la Basilica di Santa Maria in Trastevere, la chiesa più antica di Roma dedicata alla Vergine. La Chiesa di San Francesco a Ripa nome che deriva dalla vicinanza della chiesa al porto di ripa grande (nell’antichità considerato il Porto più importante della città). Situato ai piedi del colle di Trastevere si trova il Gianicolo una volta Porta della città verso l’esterno, oggi punto panoramico per osservare la città Eterna. Passeggiando per Via della Lungara, si costeggiano le mura di Villa della Farnesina che conserva affreschi di Raffaello etc. Non lontano dalla bella Trastevere si trova Porta Portese che oggi ospita il tradizionale e famoso mercatone. Trastevere oltre ad essere affascinante per la sua storia e le sue incantevoli viuzze è un rione in cui si può trovare tutto: trattorie romane, negozi, botteghe artigianali, locali e pub. Vi sono molti locali caratteristici nei quali poter bere e ascoltare la musica. La sera l’atmosfera è incantevole e si crea una miscela unica tra tradizione e modernità.

Il Quartiere del Testaccio

Testaccio è il ventesimo (XX) rione di Roma.

Si estende nella zona pianeggiante a sud dell'Aventino e ad est del fiume Tevere e prende il nome dal monte formato con vasi di coccio (testae in latino) accumulatisi nel corso dei secoli durante i trasporti al porto di Ripa grande

Il Monte dei cocci, alta circa 45 metri, con diamentro di circa 1km ,stima il numero di circa 25 milioni di anfore accatastate.

Un accumulo di tale entità è stato possibile solo grazie ad una attenta sistemazione dei cocci,

Alcuni dei cocci conservano ancora il marchio di fabbrica; I Tutuli Picti, scritture a pennello con il nome dell'esportatore;

Durante la settimana santa si teneva la rappresentazione della Passione di Cristo. L'attuale Croce che corona il monte è solo un moderno ricordo di tali antiche celebrazioni che venivano prima pressati e poi collocati ordinatamente sulla parte superiore del monte.

da qui il il nome - antico - di monte Testaccio o Monte dei cocci.

Il porto dell'Emporio (situato nella sponda del Tevere all'altezza di via Romolo Gessi) era funzionante già dall'epoca romana, e rappresentava il terminale finale perlo scarico di merci e materie prime quali olio, marmi, grano, vino che, arrivavano a roma dalla Spagna e dall'Africa.

Dal II secolo a.C. il graduale spostamento a sud delle strutture portuali del Tevere porta all'occupazione di questa zona, esterna alla cinta muraria.

Nella zona sono gestite molte altre attività commerciali, quella più importante la vendita dei marmi; da qui prende il nome Via Marmorata.

Sorgono conseguentemente grandi edifici pubblici e privati per il deposito temporaneo delle merci.

Dopo la fine del III secolo d.C. le sue strutture edilizie decadono e le ivasioni barbariche del V secolo contribuiscono allo spopolamento della zona che tale rimarrà fino all'era moderna.

Da questo momento, iterreni coltivati, passano sotto la gestione dei Monasteri dell'Aventino.

La zona è utilizzata fino all'Ottocento come luogo di feste popolari e religiose e costituisce un punto di passaggio per la Basilica di San Paolo

Esso fu istituito nel 1921. La trasformazione urbanistica del sito avviene alla fine dell'Ottocento, in seguito alla costruzione del mattatoio e del circostante quartiere popolare.

L' Isola Tiberina  

L' Isola Tiberina ha una storia millenaria.

Fu guado naturale e determinante per il costituirsi di insediamenti stabili sulle alture circostanti. Venne collegata alla terraferma da due ponti verosimilmente dapprima lignei e poi (sec. I) in muratura. Fu dedicata principalmente al dio della medicina Esculapio, il cui serpente, portato a Roma da Epidauro per debellare la peste del 293 a.C., saltando dalla nave che lo trasportava avrebbe ridisceso il Tevere dai Navalia del Campo Marzio fino all'isola scomparendo poi nel luogo dove fu costruito il nuovo tempio, inaugurato nel 289 a.C.

Le leggende e le vicissitudini dell'Isola Tiberina sono facilmente reperibili, su fonti antiche e moderne. Proponiamo qui un confronto visuale e iconografico, che ricostruisca l'aspetto dell'Isoletta del Tevere nel corso dei secoli.
Il serpente di Esculapio approda sull'Isola, portato a Roma da Epidauro per debellare la peste del 293 a.C.
La zona attorno all'Isola, nel 6 secolo a.C. Si noti l'assenza di ponti e il Foro Boario, incassato verso il Tevere tra Campidoglio, Aventino e Palatino. Le costruzioni si limitano sulle alture dei colli. Il resto è palude.
L'Isola Tiberina nel 4 secolo, con i ponti Cestio e Fabricio (I sec. a.C.). L'antico viaggiatore, arrivando sull'Isola, avrebbe scorto (al posto dell'odierna San Bartolomeo) il santuario del dio guaritore Esculapio (= Asclepio). Sono visibili anche altri santuari minori, dedicati a Fauno e Veiove, e un sacello di Iuppiter Iurarius.
Di grande Interesse è anche la storia dell'Isola nell'immaginario collettivo, che i viaggiatori e pellegrini tramandano nei loro racconti. I fratelli de Limburg nel 1411 disegnano una mappa di Roma, non essendoci mai stati.
Pietro del Massaio nel 1490 riporta la topografia antica con l'aggiunta di commenti. Entrambi le mappe riportano l'Isola Tiberina, anche se in modo puramente immaginario
Nel medioevo, i romani sfruttavano la corrente del fiume, costruendo molini galleggianti, realizzati ancorando alle due sponde coppie di barche con una ruota in mezzo che, azionata dalla corrente, faceva girare le macine collocate nelle barche stesse. Rimarranno in funzione fino al 1871, anno dell'arginatura.
Nel disegno dell'Anonimo Escurialense (1491) si scorge la funzione del
Tevere con i Molini, legati ai ponti e alle rive.

Nei secoli passati, l'Isola è sempre stata immaginata come barca gigante, arenata in mezzo al fiume Tevere. Le stampe e incisioni degli antichi maestri illustrano la forma orignaria, permeata dal mito dell'antico.

Etienne Du Pérac (1574) immagina l'Isola come enorme barca.
Philip Galle la disegna a metà del Cinquecento.
Giovanni Battista Piranesi la miticizza nelle sue incisioni a metà del 700.

I disegnatori e topografi più attenti la rappresentano com'era in realtà: un ammasso di rovine, immerse nel Tevere, silenziosi testimoni delle migliaia di appestati, che venivano isolati sull'isola.
Ettore Franz Roesler alla fine del Novecento dipinge molti paesaggi di Roma, in chiave romatica. I dipinti sono anteriori al 1871, anno dove l'andamento e l'apetto originario del Tevere viene sconvolto dagli argini risorgimentali

Per conoscere meglio la storia visita il  sito http://www.isolatiberina.it